Home > Arte e cultura > Castelli e Fortificazioni

Castelli e Fortificazioni

Numerose testimonianze di un passato ricco di storia!

Già in epoca tardo romana, dopo il crollo dell’Impero d’Occidente, il Lario assunse il ruolo fondamentale dal punto di vista strategico sia durante la guerra greco-gotica, sia durante l’occupazione Longobarda. La protezione del territorio si fece ancora più importante nel Medioevo quando il lago ebbe un ruolo fondamentale come via di passaggio legata ai commerci fra il nord e il sud dell’Europa, vie di comunicazione che nei secoli hanno permesso a uomini e merci di circolare nonostante i confini geografici e politici. Per questo motivo era anche una possibile via di passaggio per gli eserciti e le armate che avessero voluto invadere il territorio da nord, quindi era di estrema importanza proteggere il territorio. Vennero quindi costruiti alcuni capisaldi fortificati per ragioni tattiche in posizioni tali da favorire il reciproco collegamento visivo. Fortificazioni di mezzacosta sono state identificate su entrambe le sponde del Lario. Queste garantivano la difesa e il controllo del lago quale accesso privilegiato ai valichi alpini retici. Tali strutture erano finalizzate al controllo degli spostamenti sulla via lacustre e su quella terrestre tra la Valsassina e il lago, da una parte, tra il Ceresio e il Lario dall’altra: un complesso sistema difensivo che fungeva da “sentinella” lungo tutta la sponda del Lago di Como per permettere una rapida segnalazione in un tempo in cui non c’erano altri mezzi di segnalazione se non attraverso i fuochi e le bandiere, accesi e sventolate dalle vedette. Rappresentavano veri e propri fortini a difesa della popolazione, e da rozzi edifici si trasformarono col tempo, in epoca rinascimentale, in veri e propri manieri strutturati e di considerevoli proporzioni.

Sul comasco troviamo il castello di Rezzonico a San Siro, il Castello Baradello a Como.

Nel lecchese, invece, ricordiamo (da nord a sud):

- Forte Fuentes e Forte Montecchio Nord a Colico, il primo un forte Seicentesco costruito dagli spagnoli, il secondo costruito appena prima della Prima Guerra Mondiale e ancora perfettamente conservato;

- il Castello di Corenno Plinio e la Torre di Orezia a Dervio; 

- il Castello di Vezio a Varenna;

- il Castello di Lierna;

- la Torre del Barbarossa a Maggiana e la Casa-torre dei Lafranconi a Rongio, di Mandello del Lario;

- la torraccia ad Abbadia Lariana;

- il vallo delle Mura, Torre Viscontea e ponte Azzone Visconti a Lecco.

In Brianza ricordiamo:

- il Castello di Rossino a Calolziocorte;

- il Castello dell'Innominato a Vercurago;

- il Castello di Brivio affacciato sul fiume Adda.